Mondo G

Archive for the ‘Immagini’ Category

G House

Posted on: 13/05/2012

G House / Bruce Stafford & Associates – from ArchDaily: The world’s most visited website for architects

Tag: ,

La Ginetta

Posted on: 08/03/2012

Giuliana, senza una particolare ragione, ha sempre accomunato il nome Ginetta a una signora sua vicina di casa che abita appena girato l’angolo in Piazza San Remigio in uno strano palazzo giallognolo, che giornalmente incontra presso il Magi Market, il piccolo alimentari di Via Vinegia (http://www.infoguidafirenze.it/firenze/alimentari/map/magi-market-srl-4.html). Ginetta è una  gentile signora che per anni ha gestito con successo una gelateria in Via de’ Ginori, fino al raggiungimento dell’età pensionabile e adesso che può finalmente godersi il suo meritato riposo girella allegra insieme al suo cagnolino Gimmi, un dolcissimo segugio Italiano.

Gimmi, il segugio italiano di Ginetta

Giuliana quando incontra Ginetta percepisce sempre un senso di calma e rassicurante lentezza, immaginate un po’ voi quando Giovedì scorso sul Lungarno Torrigiani, Giuliana scorge una macchina tutta gialla che giunge rombando col motore decisamente su di giri e che parcheggia giusto accanto al Garage Ponte Vecchio di Via de’ Bardi. E’ una Ginetta G60 Gialla http://www.ginetta.com/cars_g60.

Immagine

Ginetta G60

Tra l’altro un modello simile, la Ginetta G40 Junior http://ginetta.com/cars_g40j partecipa a un Challenge internazionale.

Ginetta G40 Junior Challenge edition

Giuliana rimugina un po’ e pensa che questa è proprio la Ginetta che non ti aspetti!!

Il nuovo Palazzo di Giustizia di Firenze

 

In un gelido mattino di Gennaio Giuliana giunge nei paraggi del nuovo Palazzo di Giustizia, un gigante di cemento armato e vetri che troneggia ai margini di quello che una volta era un grigio complesso industriale.
Documentandosi come fa in genere, nelle varie pagine web Giuliana nota alcuni dati interessanti:
il progetto del nuovo Palazzo di Giustizia di Firenze nacque dall’esigenza di riunificazione delle varie sedi degli uffici giudiziari sul territorio fiorentino, occupando parte di un’area di circa 32 ettari. Il palazzo, progettato negli anni settanta del XX secolo, in linea con l’architettura del periodo, ed iniziato a costruire nel 2000, nei progetti originari avrebbe dovuto essere totalmente funzionante nella primavera del 2006, ma la costruzione si è protratta, a causa dei problemi causati dalle inadeguate tecniche costruttive impiegate e dalla obsolescenza del progetto stesso, assai più a lungo sebbene senza grosse interruzioni. Nell’autunno del 2008, anche se gran parte delle strutture è stata completata, il cantiere è ancora aperto e il trasferimento degli uffici è in via di programmazione.
A giudicare, quindi,  dalle dimensioni di questo mostro architettonico, si potrebbe dubitare che al suo interno debba essere gestita la sola giustizia fiorentina; verrebbe più da pensare che all’interno di questo palazzo esageratamente grande ci sia tutto il ministero di Grazia e Giustizia, quantomeno. Sperando che anche questo prestigioso progetto non riveli l’ennesimo triste e intollerabile spreco, Giuliana si spinge oltre a quella che sembrerebbe una generica valutazione estetica e si immagina il giorno in cui all’interno di questa cittadella giudiziaria, una volta che questa gestazione interminabile sarà giunta al termine, inizieranno a incontrarsi, giudici, avvocati, pregiudicati, imputati in attesa di giudizio e perché no qualche gendarme.

Il gentile Giuliano

Gelatine di frutta

Tag:

Geremia Lettiga

Giuliana ricorda i giorni in cui leggeva con gioia quei simpatici albi di fumetti stampati su della carta grigiastra, su quelle pagine venivano pubblicate le gesta di un singolare gruppo di agenti segreti.

Il Gruppo TNT e Alan Ford!!!

Fra i vari personaggi, di genere sicuramente particolare, il buon Geremia Lettiga, che già dal nome si legava indissolubilmente a un florilegio di patologie geriatriche, ingenerava tanta tenerezza e simpatia.

A tal proposito Giuliana su internet pesca l’ennesima pagina interessante e in questo caso giocosa:  http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Alan_Ford , dove si legge:

Geremia Lettiga, italiano di nascita, ipocondriaco di professione .
Nel suo campo è il migliore, ed è stato per questo assunto dalle migliori compagnie di ipocondriaci professionisti. Ha persino vinto il prestigioso Ohmioddiochemaleilginocchio!, il titolo più ambito dagli ipocondriaci esperti. Due anni dopo è stato trovato ed assunto dal Numero Uno per via delle sue eccezionali capacità
, e si è subito ambientato nel Gruppo, guadagnandosi la fiducia ed il rispetto dei suoi compagni. Non avevo mai incontrato un personaggio del suo calibro. Ne sa sempre una nuova; forte quella volta che ha detto di avere tutti e tre i polmoni infiammati! Che macchietta! rivela il Conte durante l’interrogatorio degli sbirri. Un buon gruppo di spionaggio ha infatti sempre bisogno di un buon ipocondriaco: serve da confronto per gli agenti, in modo che essi possano capire che c’è sempre qualcuno che sta peggio di loro. Tira su il morale e spesso è anche fonte di divertimento; soprattutto quando il contenuto delle confezioni dei medicinali viene scambiato: ” Sant’Iddio, chi mi ha sostituito le pillole per la gastrite con le supposte per il raffreddore? Usate, per giunta!”


Ascoltando la gioiosa sigla di Gatchaman che elogia le gesta della squadra G, a Giuliana sovvengono le serie a cartoni animati giapponesi degli anni settanta e ottanta che avevano per protagonisti degli ingegnosi robot costruiti da geniali ingegneri e professori dai nomi più fantasiosi.

Un sito di riferimento non può essere che :

 

 

 

http://www.japanrobot.it/index.htm

sul quale trova informazioni esaustive su due degli eroi di maggior pregio e di indiscussa notorietà,

ovvero:

Jeeg Robot d’acciaio – http://www.japanrobot.it/JEEG%20page.htm

ma anche,

Getta Robot – http://www.japanrobot.it/Getter%20Robot%20page.htm

scopre altresì una particolare passione per uno dei tre componenti del gigantesco Getta Robot,

ovvero la navicella Giaguaro pilotata dal giovane HAYATO JIN.

La navicella Giaguaro e il suo pilota Hayato Jin

Mossa dalla sua ben nota curiosità Giuliana giunge alla pagina web dedicata a questo personaggio :

HAYATO JIN: E’ il pilota della Get Machine Giaguaro, nonché di Getta 2. Ha un carattere deciso, cinico e spietato, ma, benché sia molto più forte ed intelligente di Ryo, è un lupo solitario, e, assolutamente inadatto al ruolo di capo. Accetta quindi di buon grado il ruolo di comprimario, anche, se, nelle serie più recenti, diventa via via sempre più importante. Contrariamente agli altri due ragazzi della squadra, non partecipa ad attività sportive scolastiche, anche se tutti i circoli sportivi lo vorrebbero. Guida una moto custom, che lo fa sembrare un po’ un teppista; nell’episodio 15, la sua moto viene distrutta, ma è stata rimpiazzata subito dopo. Non si separa mai dal suo crocefisso, all’interno del quale è conservata la foto di sua madre deceduta, e, dalla sua armonica a bocca, che suona in ogni momento. A dispetto delle apparenze, Hayato, dimostra in più di un’occasione, di essere un amico leale, come ad esempio nel secondo episodio, quando aiuta Musashi a superare la sua fobia nei confronti dei rettili. In quella occasione, Ryo, che di solito ha comportamenti più saggi, si era limitato ad accusare Musashi di essere un vigliacco, e l’aveva abbandonato.”  (Tratto dal sito Anime Mania http://digilander.libero.it/alcor99/Schede/Space_Robot/Space3.htm)

Giuliana giunge a conclusione di essere travolta da questa nuova passione giapponese.

Ecco la sigla del pregevole cartone animato giapponese Gatchaman,

ovvero “la famosa squadra G”.

Stamattina Giuliana cerca giovamento nella lettura di un bel libro di storia medievale che tratta la gerarchia feudale.

I presupposti storici si evincono giusto in qualche riga:

“Il feudalesimo si sviluppò dunque rigogliosamente, avendo trovato nelle precedenti istituzioni romano-germaniche un terreno propizio, e finì per sostituirsi allo Stato unitario. La struttura rigidamente gerarchica rispondeva all’esigenza di difendere l’Europa cristiana dalle frequenti incursioni di Ungari, Normanni e Saraceni”.

Un’immagine la aiuta a comprendere meglio l’ordine gerarchico:

Rappresentazione semplificata della struttura gerarchica ( piramidale ) del sistema feudale


Affricata postalveolare sonora

La frase di Giuliana

Chi ha il coraggio di ridere è padrone del mondo.
Giacomo Leopardi

G Braille

Mondo G, un certo perché

Giuliana Gambogi vedova Nigi purtroppo non esiste. E' un personaggio creato dalla fantasia collettiva (... alimentata dall'aglianico di Taurasi!) di un gruppo di amici. Ma, soprattutto, Giuliana Gambogi vedova Nigi è una "scusa" per giocare con una delle lettere più divertenti dell'alfabeto: la G!
Per questo, se esiste qualsiasi riferimento con la realtà non è certo voluto.

G Clef

G Araba

G Stats

  • 16.466 hits

G Semaforica

Calendario non Giuliano

dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

G Finger spelling

G Massonica